Torta di Ricotta

Ho trovato una ricotta della Garfagnana a buon prezzo, misto vaccino ed ovino, che è la fine del mondo e si trova comodamente alla Coop, sempre attenta ai prodotti locali e ne ha la scelta più ampia rispetto agli altri supermercati della Versilia.

Un po’ me la sono mangiata col pane. Con un altro po’ ho condito la pasta. E con gli avanzi ho sfornato un bel dolce: un’ottima torta di ricotta. Semplice e rustica, ma gustosa, soffice e cremosa grazie alla cottura a bagnomaria: sostanzialmente è molto simile ad una cheesecake al forno, quindi ve la consiglio anche per cimentarvi con la suddetta preparazione: ovviamente con la tipica base di biscotti.

Ma torniamo alla nostra torta di ricotta e ai suoi ingredienti:

Accendete il forno a 170°C e inseritevi una teglia capiente piena d’acqua, che riesca a contenere una teglia tonda di circa 18 cm. Nel frattempo preparare sul fornello l’acqua per il bagnomaria e sciogliere il burro in un pentolino. Una volta che l’acqua ha raggiunto il bollore spegnere il fuoco, posizionare sopra il tegame una ciotola con il latte e la ricotta e fate sciogliere i grumi mescolando con una frusta; amalgamatevi poi il burro fuso e mescolate ancora.

Prendere le uova e separare gli albumi dai tuorli: incorporate questi ultimi alla crema di ricotta, seguiti dalla metà dello zucchero ed il succo di limone, sempre mescolando bene. Per ultimo setacciare la farina nel composto e con una spatola incorporatela bene mescolando dal basso verso l’alto; se si formano però grumi usate la frusta. A questo punto montare a neve gli albumi assieme all’altra metà dello zucchero ed al lievito: una volta che il composto sarà bello saldo unirlo alla crema di ricotta, sempre mescolando dall’alto verso il basso con una spatola. img_20161108_225217

Versare quindi il tutto in uno stampo imburrato ed infarinato e sistematelo nella teglia con l’acqua che ormai sarà bella calda. Questo dolce ha una cottura un po’ lunga e, dato che è una specie di soufflé, lo sportello del forno non deve MAI essere aperto prima dei 50 minuti di tempo. Una volta trascorso questo tempo fate la prova stecchino e continuate, se ce n’è bisogno, la cottura. Una volta pronta la torta va fatta raffreddare nel forno spento a sportello aperto ma fuori dalla teglia con l’acqua.

Questa ottima ma semplice ricetta non è mia ma di Vale Cucina e Fantasia. Mi ha colpita perché ammiro tutti i dolci facili con ingredienti di base, ma che diventano infinitamente versatili aggiungendo un tocco in più: come ho già detto è un ottimo composto per una cheesecake, ma si può anche solo aggiungere scorza di agrumi, cioccolato, frutta fresca o secca,  un liquore o accompagnarlo con crema o sciroppo: in poche parole, basta solo un poco di fantasia e di creatività per produrre un dolce sempre diverso ogni volta, ma con la solita ricetta.

14962521_10157769234765083_7017604416553781983_n

 

 

Io l’ho preparata nella versione di base, Non ho messo nemmeno il calssico zucchero a velo sopra. Ma poi non ho resistito: l’ho imbibita di un ottimo sciroppo di visciole acquistato all’agriturismo Agriturismo Le Poiane a Retignano.

img_20161109_192816

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.