Intruglia al Forno

Intruglia al forno

Sabato. Ora di pranzo. Si mangia sano e dietetico che stasera magari ci scappa qualche schifezzuola in giro. E c’è da recuperare l’intruglia di ieri l’altro. Lo so che tutti ve la fare fritta, golosoni! Ma avete mai provata l’intruglia al forno? O alla piastra? E alla griglia? Sono tutti metodi di recupero adatti anche per chi è a dieta.

Già l’intruglia è in se’ una manna da cielo per chi segue un regime sano e dietetico. Non ha troppe calorie e al tempo stesso è saziante e energetica. In più è anche abbastanza bilanciata tra carboidrati, proteine e fibre: è un equilibrato pasto unico. Quindi possiamo anche recuperare l’intruglia avanzata senza commettere sgarri alla dieta.

Intruglia al forno
La ricetta dell’intruglia la trovate qui.

Come ben sapete una volta raffreddata l’intruglia si addensa e può essere tagliata a fette. La consistenza giusta deve essere morbida, ma tenace. Tagliandola non si deve sfaldare altrimenti non tiene la cottura. Ricavando le fettine si deve sentire una leggera resistenza al coltello, come per tagliare un pezzo di burro. (*)

Disponete queste fette su una placca da forno rivestita di carta oleata, versatevi sopra un filo d’olio, salate e pepate a vostro piacimento. Volendo potete omettere l’olio: si usa giusto per far fare un minimo di crosticina, ma si può fare anche senza se proprio siete ligi ligi alla vostra dieta ipocalorica.
Infornate quindi le fettine di intruglia a 180°C, o passatele sotto al grill. Bastano pochi minuti. Ricordatevi di girare le fettine a metà cottura per una doratura omogenea. Oliare la piastra o una bistecchiera invece se preferite questo tipo di cottura. O investite in un buon antiaderente se volete del tutto evitare l’olio. Buon pro vi faccia!

Intruglia al forno
Usata come un crostino

(*)  Un accorgimento: amate l’intruglia bella morbidina? Allora sappiate che l’intruglia al forno vi si spatascerà un pochetto. Perché anche se la polentina avanzata si sarà addensata, non lo sarà mai in modo adeguato per tal cottura. Impensabile quindi farla fritta. L’intruglia deve essere morbida ma consistente. E’ pur sempre una polenta, non una minestra. Ma se preferite lasciare l’intruglia lente (dopotutto dipende dai gusti!) dovete rilavorare l’avanzo. Basta che lo rimettiate sul fuoco con poca acqua o brodo. Quando l’intruglia si scioglie versate altra farina di granoturco fino a che l’intruglia non diventa più densa e consistente già da calda. Quindi raffreddare il tutto e procedere come descritto sopra.

 

One thought on “Intruglia al Forno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.