Intruglia con baccalà mantecato

Intruglia con baccalà mantecato

Ancora un’altra bella giornata di sole, di primavera anticipata. Ero fuori a seminare e che caldo! Per me anche fin troppo per metà marzo. Come ho accennato nel mio scorso post io sono amante dell’autunno e del frescolino che porta. La stagione calda mi manda un po’ in tilt. La mia preferenza è a 360 gradi : anche per quello che riguarda il cibo. A scapito di insalatone, gelati, piatti freddi e leggeri preferisco infatti cibi più saporiti e sostanziosi, caldi ed avvolgenti. Diciamo che ero nel mio la scorsa settimana quando acquazzoni e grandinate hanno rinfrescato l’aria. E di conseguenza sono tornata a cucinare uno dei miei cibi preferiti: l’Intruglia! Ma in versione alternativa, ovvero col pesce. Già! Avete capito bene! Vi presento l’ Intruglia con baccalà mantecato.

Intruglia “Mare e Monti”

Come vi avevo raccontato qualche articolo fa ho trovato la farina di mais bianco alla fiera di San Biagio a Pietrasanta. Avendo un sapore molto più delicato della farina gialla di normale granturco, si sposa molto bene col pesce. E da qui mi è venuta l’idea di fare questo esperimento dell’ intruglia con baccalà mantecato. Ho scelto di usare il baccalà perché tradizionale versiliese è l’accoppiata cavolo nero e baccalà. E per rendere ancora più tipica questa portata ho sostituito i fagioli coi ceci, che col baccalà sono la morte loro. Per il resto, la ricetta è tale e quale all‘intruglia versiliese anche nel procedimento. C’è solo l’aggiunta del baccalà mantecato.

ingredienti150 gr di ceci o 300 gr se freschi
150 gr di cavolo nero
200 gr di farina bianca di mais
250 gr di baccalà ammollato
200 gr di acqua
100 gr di latte
mezzo bicchiere di salsa di pomodoro
Sedano
Cipolla
Carota
Aglio
Prezzemolo
Salvia
Brodo (facoltativo)
Sale, pepe, olio qb

Intruglia con baccalà mantecato

Ceci al posto del Fagioli

Per prima cosa mettete in ammollo per 12 ore in acqua fredda i ceci se sono secchi. Una volta reidratati lessateli in 2 litri di acqua leggermente salata in cui avrete messo anche: salvia, 1 spicchio d’aglio, 1 cipolla piccola, 2 carotine e 2 coste di sedano. Una volta cotti scolateli tenendo da parte l’acqua di cottura. Mettetene da parte circa la metà e passare gli altri. Aggiungere la purea all’acqua di cottura dei ceci. Se usate quelli in scatola frullatene la metà con del brodo vegetale.

Nell’Intruglia con Baccalà Mantecato non manca il cavolo nero!

Tritate assieme 1 piccola costa di sedano, 1 spicchio d’aglio, mezza carota, mezza cipolla piccola, qualche foglia di salvia e di prezzemolo. Fate soffriggere questi odori in abbondante olio. Una volta traslucidi aggiungete la salsa di pomodoro diluita in bicchiere di brodo. Quando sobbolle incorporare questa salsina al brodo di ceci. Portare il tutto a bollore. Non appena l’acqua è pronta versare in pentola il cavolo nero tagliato a listarelle. Cuocete per 30 minuti. Dopo questo tempo il cavolo sarà cotto, ma stimate che più cuoce più insaporisce. In questa mezzora mescolate ogni tanto la zuppa e, se si asciuga troppo, aggiungete un mestolo di brodo. Salate e pepate a piacere.

A questo punto incorporate alla zuppa i ceci lessati lasciati interi. Successivamente versatevi la farina di mais bianco, poca alla volta, setacciandola. Bisogna mescolare spesso per non far né aggrumare né attaccare la polenta. Contate  20-30 minuti di ulteriore cottura. Deve risultare una polentina morbida. Aggiustate di sale se ce n’è bisogno. Potete anche omettere la salsa di pomodoro. Io come da tradizione l’ho lasciata per giocare dal punto di vista cromatico. Sulla polenta bianca difatti non risalterebbe il baccalà mantecato, anch’esso bianco.

Mantecare il baccalà

Nel momento in cui la zuppa di ceci e cavolo nero è pronta ed è il tempo di incorporarvi legumi interi e farina, potete cominciare a preparare anche il baccalà mantecato per l’intruglia. Siccome ha 30-35 minuti di cottura e non richiede molte attenzioni, potete tranquillamente farla cuocere nel frangente in cui cuoce la polenta. Basta mettere sul fuoco una casseruola con baccalà ammollato, acqua e latte, tutto a freddo. Portare ad ebollizione, abbassare il fuoco e cuocere fino al completo assorbimento dei liquidi. E ci vorrà una mezzoretta buona buona. Finita la cottura versatevi poco a poco dell’olio extra vergine d’oliva (contatene circa 60 ml) mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno. Deve formarsi una crema morbida.

Impiattate l’intruglia con baccalà mantecato in fondine singole, preferibilmente riscaldate. Versate sulla superficie una generosa cucchiaiata di baccalà mantecato e decorate con qualche cecio tostato ed una macinata di pepe. Servite l’intruglia con baccalà mantecato molto calda e conditela con un filo d’olio buono. Ed anche in versione “di mare” … che buon pro vi faccia!

Intruglia con baccalà mantecato

Avete difficoltà a trovare la farina bianca? Come sempre Amazon ci è d’aiuto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.