Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Siamo nel mezzo della settimana santa e in Versilia nei supermercati e negozi di alimentari c’è un via vai frenetico di persone atte ad acquistare uova, riso, latte, teglie, spezie. Come tradizione vuole, questi sono infatti i giorni giusti per sfornare le tipiche torte di riso, in versione dolce e salata (o meglio, putta). Io quest’anno non sarò a casa, quindi eviterò di prepararle o andranno sciupate prima che qualcuno riesca a finirle.
Ma una golosità me la merito anche io per queste prossime feste di Pasqua! Finisco un periodo assai stressante e ne sta per partire un altro altrettanto tosto. Quindi mi merito un chicco , un premio ad alto contenuto calorico, che mi dia l’energia e la grinta per ripartire. Ho scelto di provare il Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia!

Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Il Casatiello Napoletano

Una sontuosa e saporita preparazione tipica della cucina napoletana, considerata una delle tradizioni culinarie che non può mai mancare sulle tavole imbandite partenopee nel periodo di Pasqua. E’ una sorta di pasta di pane lavorata con strutto, salumi e formaggi vari, a cui viene data una forma di ciambellone. Sulla sua superficie del Casatiello vengono collocate delle uova sode come decorazione, tenute ferme da una due listarelle di pasta incrociate, che simboleggiano la croce sulla quale morì Gesù Cristo. Successivamente le uova vengono mangiate assieme a questo pane molto condito.

La ricetta è molto facile, ma esige una lunga preparazione: il Casatiello necessita infatti una doppia lievitazione, di cui una arriva anche a 12 ore. Per tradizione si prepara il Venerdì Santo, in modo da essere pronto per Pasqua. Nei giorni successivi è ancora più buono, quindi qualche fetta di Casatiello è per tradizione immancabile nei banchetti, merendini e nei pic-nic di Pasquetta.

La Pentola Fornetto Versilia

Stavolta mi sono allontanata dalle tradizioni versiliesi nella ricetta, ma il metodo di cottura è più versiliese che mai! Ho rispolverato infatti la Pentola Fornetto Versilia!
Ci avevo litigato. Non la sopportavo più.
Poi ho deciso di rifarci pace. Anche perché la sua forma è perfetta per cuocere il casatiello ed è un attrezzo ottimo per valorizzare i lievitati. Ed ha fatto il suo lavoro, stavolta!
Non credo abbia bisogno di presentazioni, ma se non la conoscete ecco un mio articolo dedicato all’uso di questa Pentola Fornetto Versilia, che non è altro che una semplice camera di vapore che può sostituire il forno.

Casatiello nella pentola Fornetto Versilia
Per una pentola fornetto da 21 cm

Non essendo esperta di cucina napoletana mi sono affidata alla lunga esperienza di Misya, la mia food-blogger preferita che, tra l’altro, è una partenopea doc ! Le sue ricette riescono sempre in modo perfetto nella loro semplicità , le spiega passo passo ed utilizza ingredienti ghiotti come piacciono a me! Ho apportato davvero pochissime modifiche:

600 di farina 00
300 ml di acqua
12 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
120 gr di strutto
350 gr di salsiccia napoletana
350 gr di provolone (io ho usato quello dolce)
100 gr di pecorino grattugiato
4 uova
Aceto
1 cucchiaino di sale e pepe

Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Preparazione del Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Scaldate l’acqua fino a quando è tiepida e raggiunge una temperatura di 26-28°C. Versatela in una ciotola capiente, sbriciolatevi dentro il lievito di birra fresco ed aggiungetevi anche un cucchiaino di miele: agevola la lievitazione e fa venire una bella crosticina al pane.
Dopo una decina di minuti aggiungete poco a poco la farina nella grossa terrina e cominciate a formare l’impasto l’acqua. Aggiungete quindi lo strutto poco a poco (non tutto, lasciatene una noce abbondante da parte) , circa metà del pecorino grattugiato e continuate ad impastare. Salate la pasta con un cucchiaino di sale ed una abbondante spolverata di pepe.

Continuate a mescolare fino a che otterrete un impasto liscio, morbido ed elastico. A questo punto infarinate la base ed i lati della ciotola, ponetevi la palla di impasto, copritela con un panno e lasciatela lievitare in un luogo asciutto (come l’interno del forno) per 4 o 5 ore, o finché la pasta non sarà raddoppiata di volume.

La Farcia e la Decorazione

Mentre la pagnotta sta lievitando potete tagliare la salsiccia napoletana e la provola a dadini e mettere a bollire le uova, che dovranno essere sode e pulitissime. Prima di cuocerle dovrete quindi lavarle bene e passarle con un panno pulito imbibito d’aceto. All’evento E’ la Via dell’Orto a Camaiore ho trovato quelle bianche di gallina livornese, quindi mi sono divertita a colorarle, mettendo nell’acqua striscioline di cavolo viola per tingerle di azzurro; buccia di avocado per farle diventare rosso-rosa ed una miscela di spezie e tandoori in polvere per renderle gialle.

Una volta che l’impasto è lievitato, rilavoratelo per pochi secondi e prelevatene un pugnetto della grandezza di una noce, che terrete da parte a lievitare ulteriormente. Stendete la pasta su una spianatoia infarinata. Cercate di sfogliarlo in una forma rettangolare, dello spessore di circa 1 cm. Spolverate la superficie con parte del pecorino grattugiato rimasto; spargetevi sopra la provola ed il salame a dadini in modo omogeneo e completate col una spolverata di pecorino rimasto. Arrotolate la pasta su se stessa nel modo più stretto possibile, cercando di non far fuoriuscire la farcia dai lati.

La Cottura nella Pentola Fornetto Versilia

Ungete l’interno della Pentola Fornetto Versilia con lo strutto rimasto. Tagliate i lembi del rotolo di pasta con un coltello. Posizionatelo all’interno della pentola fornetto Versilia, unendo le estremità del rotolo, facendolo così diventare un ciambellone. Chiudete col coperchio, mettervi sopra un panno e lasciate lievitare una notte intera in un luogo senza spifferi.

Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

L’indomani possiamo finalmente cuocere il nostro saporitissimo casatiello nella pentola fornetto Versilia e passare così all’assaggio! Scaldate uno spargifiamma sul fornello più piccolo del piano cottura. Nel frattempo ricavate 4 leggeri incavi sulla superficie del casatiello e posizionatevi le uova. Stendete il pezzettino di pasta rimasta e ricavatene 8 listarelle, che userete per ingabbiare le uova sode sopra il casatiello. Posizionate sopra lo spargifiamma la pentola fornetto Versilia e fate cuocere il casatiello a fuoco medio per circa 5 minuti. Abbassate poi fuoco al minimo e continuate la cottura per circa 1 ora e mezza.

Il termine della cottura dipende dalla potenza del fuoco del vostro fornello. Può volerci anche di meno. Io utilizzo il fornello piccolino da caffè, quindi le tempistiche si allungano. Ad ogni modo il casatiello nella pentola fornetto Versilia è pronto quando la crosta, soprattutto laterale è ben dorata e friabile. E soprattutto quando la vostra cucina sarà invasa da una fragranza di pasta tostata e di formaggio, profumo di golosità.

Fragranza di Casatiello

Lasciatelo intiepidire nella pentola fornetto Versilia o su di una griglia per dolci, in modo da fargli sfiatare tutta l’umidità al suo interno. Il Casatiello è buono caldo, tiepido, ma soprattutto il giorno dopo la cottura, quando si è asciugato al meglio. Io non appena pronto non ho saputo resistere a quel profumo inebriante e l’ho assaggiato subito. Difatti dalle foto si nota che è sempre umidino al suo interno, ma se aspettavo ulteriormente non ci sarebbe rimasto alcun casatiello da fotografare!


Che buon pro vi faccia!

Casatiello nella Pentola Fornetto Versilia

Se non trovate la Pentola Fornetto Versilia non vi preoccupate! Come al solito, ci pensa Amazon!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.