Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Ci voleva il Coronavirus per farmi tornare a scrivere! La quarantena, e le ore passate in giardino a prender aria, mi hanno ispirato nuove ricette. Scrutando il terreno, tante adesso sono le erbe spontanee da utilizzare. Io ho scelto di usare la borragine e preparare gli gnocchi di borragine e di patate. Bisogna in qualche modo riempire tutto questo tempo che ci siamo all’improvviso ritrovati fra le mani e la cucina è un ottimo passatempo, anche per alleviare lo stress psicologico che questo periodo sfortunato ci arreca. Dapprima controvoglia e per inerzia, poi ho ripreso a cucinare con più amore, con la passione che avevo qualche anno fa, ma che poi, per vari motivi, si è gradualmente estinta.

Tempo di Foraging

Già da qualche settimana, sulla pagina Facebook di Versilia in Pentola, sto proponendo vecchie ricette a base di erbe spontanee: dato le file ai supermercati e l’impossibilità di spostarsi senza allontanarsi da casa , ho consigliato qualche preparazione con ingredienti che si possono reperire comodamente nei nostri giardini o nei campi o oliveti vicino casa: entro i 200 metri dalla vostra abitazione, ovvio! Ma mi raccomando: lontano dai cigli di strada e dalle fonti di inquinamento! Ci manca solo assumere particelle tossiche in questo periodo!

Quest’anno, ai bordi del mio orto, sono esplosi in tutta la loro bellezza nuovi cespugli di borragine. Non potevo non utilizzare questa amena e versatile pianta, un ingrediente prezioso sia per i cuochi che per i forager. Io ho raccolto i germogli e le foglie più giovani per realizzare una ricetta molto semplice, ovvero gli gnocchi di borragine e di patate.

La Borragine

La borragine è una pianta erbacea, che si sviluppa facilmente in folti cespugli che possono superare anche i 50 centimetri di altezza. Le foglie presentano una peluria, che in quelle più vecchie può diventare leggermente abrasiva ed urticante. Quindi meglio indossare dei guanti che ricoprano anche gli avambracci durante la raccolta. Essa verrà eliminata con la cottura. E’ preferibile raccogliere foglie giovani, tenere, su piante in cui non si sono ancora formati i fiori.

I fiori di borragine sono semplici e bellissimi: delicati, a forma di stella azzurro come il cielo primaverile di questi giorni. Sono commestibili, quindi potete usarli senza problemi come decorazioni per i piatti.

Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Sia la pianta e sia il fiori sono versatili e sono adatti a molteplici ricette: ripieni per ravioli, frittelle, torte salate, minestre di verdura o anche un semplice contorno. Le foglie molto giovani non hanno una peluria ruvida, quindi possono essere utilizzate per le insalate miste. Con l’aggiunta del fiore blu , saranno anche belle dal punta di vista estetico. Io ho utilizzato le foglie per l’impasto de gli gnocchi di borragine e di patate ed i suoi fiori per abbellire il piatto.

Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

500 gr di patate
100 gr di farina
100 gr di foglie di borragine
Sale
Semola
Noce moscata (facoltativa)
1 uovo (facoltativo)

Procedimento

Portate a bollore una pentola di abbondante acqua salata, dove lesserete le foglie di borragine. Bastano un paio di minuti. Scolatele e fatele intiepidire. Una volta maneggiabili, strizzatele a più non posso tra le mani, più volte, in modo da estrarre tutta l’acqua che hanno imbibito in cottura. A questo punto tritatele finemente o frullatele.

Lessate le patate con la buccia in abbondante acqua bollente e salata. Una volta lessate, fatele scolare ben bene e poi sbucciatele a mano non appena il troppo calore le rende maneggiabili, ma mi raccomando, devono essere ancora belle calde.

L’Impasto de gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Schiacciatele e sistemate la polpa su una spianatoia infarinata di semola . Ricavate un incavo: distribuitevi parte di farina, la borragine tritata, il sale e, se vi va, la noce moscata. Cominciate ad impastare velocemente per ottenere un impasto omogeneo e ben amalgamato senza far freddare le patate.

Lavorare le patate ben scolate evita allo gnocco di disfarsi in cottura. Inoltre lavorare le patate ancora calde permette di far attecchire una minore quantità di farina per legare l’impasto e migliorarne il gusto, facendo prevalere il sapore di patata (o di borragine). Ciò permette anche di eliminare l’uso dell’uovo , che serve per compattare il composto.
Altri consigli su come ottenere degli gnocchi perfetti li trovate nella ricetta dei Topetti Viola con Salsa al Topinambour.

Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Confezionare gli Gnocchi di Borragine e di Patate

L’impasto degli gnocchi alla borragine va lavorato pochissimo! Se non si forma il composto non insistete troppo: aggiungete quindi poca farina alla volta, meglio ancora la semola, o il fatidico ovetto.
Formate quindi un panetto e dividetelo in quattro pezzi. Da ogni pezzo formate un lungo salsicciotto rotolandolo su se’ stesso sulla spianatoia, sempre spolverata di semola., fino ad ottenere un diametro di circa 1,5 cm di diametro. Con un tarocco od un coltello a lama liscia, tagliate il cilindro di pasta in pezzetti di circa 2 cm. Ripetete l’operazione con le 3 parti di impasto rimaste.

Prendete quindi gli gnocchi di borragine e di patate e, ad uno ad uno, passatelo sul riga-gnocchi. Se non lo avete basta passarli su una grattugia o su una forchetta: tenetela nella mano sinistra con le punte dei rebbi rivolti verso l’alto, prendete uno gnocco, schiacciatelo sui rebbi col pollice facendolo scivolare da sinistra verso destra.

A questo punto potete procedere subito alla cottura degli gnocchi di borragine e di patate in abbondante acqua salata. Sono pronti quando salgono a galla. Io li ho conditi semplicemente con burro fuso noisette e con fontina grattugiata a fondere ed ho decorato con fiori freschi di borragine. Ma si prestano a molti altri condimenti: io ho scelto la semplicità, come semplice è la ricetta e gli ingredienti usati.

Che buon pro vi faccia!

Gli Gnocchi di Borragine e di Patate

Volete sfruttare al massimo la versatilità della borragine, ma non la possedete? Acquistate i semi su Amazon! Cresce bene anche in vaso, nel caso non abbiate un giardino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.