Linguine con Arselle al Profumo di Lime e Zenzero

Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero

Non finirò mai di lamentarmi dell’afa. Odio l’estate. Sono sempre alla costante ricerca del fresco, anche in cucina. Ma sempre piatti freddi, sai che noia… Qualcosa di caldo per staccare ogni tanto ci vuole, quindi sfrutto ingredienti che la freschezza la danno al palato. Come queste Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero.
Che sapore ha secondo voi l’estate? Per me sa di limone, menta, basilico, zenzero, lime…e proprio quest’ultimi due ho inserito in questa ricetta, ma dare un twist estivo. A qualcuno non convincerà questo mix esotico forse, ma vi assicuro che è di una freschezza inebriante. Il sapore poi è per lo più un sentore: lime e zenzero hanno un gusto forte, sono stati utilizzati in piccola quantità, per non coprire il buon sapore di mare delle arselle.

Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero

Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero
Ingredienti per 2

250 gr di linguine
700 gr di arselle spurgate
1 radice di zenzero, di 2 cm circa
Mezzo Lime
1 spicchio d’aglio
1 peperoncino secco piccante
Olio extra vergine d’oliva
1 mazzetto di prezzemolo
Vino bianco secco
Sale e pepe qb

Per la riuscita della ricetta necessario è che le arselle siano spurgate. Ho spiegato come si fa presentando lo svolgimento della ricetta Arselle alla Marinara nel Tegamino , quindi vi invito ad andare a leggere il paragrafo dedicato a tale procedimento. Io le ho spurgate tutte assieme, con una parte ho fatto la zuppetta e poi ho riutilizzato le telline restanti per queste linguine con arselle al profumo di lime e zenzero.

Per cominciare si devono aprire le arselle: scaldate in un tegame largo e basso un paio di cucchiai d’olio ed aggiungetevi le telline. Mescolate e coprite con una padella rovesciata invece che del coperchio: assicurerà un maggiore effetto “vaporiera”. Cuocete a fuoco basso fino a che le arselle non si saranno aperte. Ci vorranno pochi minuti. Lasciate intiepidire.

Non appena le arselle smettono di essere bollenti vi aspetta un lavoro certosino: sgusciarle ad una ad una! Io ho tolto il guscio a tutte; se voi volete lasciarne una manciata così come sono per estetica del piatto è a scelta vostra. Io i gusci nel piatto non li sopporto quindi tolgo tutto. Capito perché ai ristoranti gli spaghetti alle arselle costano così tanto? Perché oltre al materiale ormai diventato costoso, dietro alla preparazione apparentemente celere c’è invece un lavoro lungo e minuzioso.

Buttare i gusci, ma non l’acqua di cottura delle arselle, mi raccomando! Prendete un contenitore, ricopritelo con un canovaccio pulito e filtrate il suddetto liquido. In commercio adesso ci sono dei pratici colini con tela incorporata. Potete usare quelli se preferite.

Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero
Potete cominciare a preparare le linguine, lessandole in abbondante acqua salata. Ricordate di scolarli 5 minuti prima della fine della cottura, quindi indicativamente 7 minuti dopo da quando li avete buttate (indicativamente ho contato 12 minuti di cottura). Meglio se mettete un timer!

Mentre la pasta cuoce potete continuare con la preparazione di queste linguine con arselle al profumo di lime e zenzero creando il condimento che li rende così speciali! Niente di più semplice! Scaldate in un sautée un paio di cucchiai d’olio, e fatevi rosolare lo spicchio d’aglio schiacciato ed il peperoncino. Aggiungete il succo del lime, la sua scorza e la radice di zenzero precedentemente grattugiata. Si deve solo imprigionare il sentore di questi ingredienti, la brasatura deve essere velocissima. Versate le arselle in padella, saltate e sfumate con una leggerissima spruzzata di vino bianco. Salate e pepate se necessario.

Scaldate l’acqua delle arselle. Scolate le linguine, tenendo da parte una tazza di acqua di cottura. Aggiungete le linguine in padella, saltate il tutto per amalgamare gli ingredienti e versate poco a poco il sugo delle arselle, nel quale risotterete la pasta. Oscillate la padella avanti e indietro davanti a voi mescolando con una forchetta di legno, per mantecare e rendere il tutto cremoso. Appena si asciuga il fondo aggiungete altro sugo mano mano se gli spaghetti quadrati non sono ancora cotti. Se finite il liquidi di cottura potete usare l’acqua amidosa della pasta. Potete fare anche un misto tra acqua di cottura della pasta e quella delle arselle, soprattutto se quest’ultima risulta essere troppo forte e saporita per il vostro palato.

A fine cottura aggiungere del prezzemolo precedentemente tritato , salatate e servite, con un bel bicchiere (ma anche due!) di bianco ghiacciato. Un piatto caldo, ma che dona una freschezza al palato, ed ogni boccone avrà il sapore d’estate. Buon pro vi faccia!

Linguine alle Arselle al Profumo di Lime e Zenzero

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.