Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

Da tempo volevo provare questa ricetta di Un Pinguino in Cucina che avevo salvato su Pinterest. Perché come la definisce l’autrice è una ricetta geniale , in quanto implica un minimo sforzo ma massima resa. Utilizzando qualche avanzo in cucina ed un fichetto  rimasto dalla preparazione per la Ciambella al Cioccolato Fondente e Fichi Neri  mi accingo a liberarmene realizzando questa Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri , personalizzata e liberamente ispirata alla ricetta di Danja.

Se amate i gusti delicati e classici non è un piatto che vi piacerà, in tutta onestà. Una variante per chi ama i sapori decisi e gli abbinamenti particolari: il miele di castagne dona tenacia alla delicata tartara, il fico sgrassa il lardo e si sposa molto bene col salmone. Pesce e carne; frutta fresca e frutta secca; dolce e salato; morbidezza e croccantezza; il crudo ed il tostato; delicatezza e rudezza: un tripudio di contrasti.

Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

Come mio solito ho variato leggermente la ricetta per ricavare una versione mia ed adattabile a Versilia in Pentola. E come faccio sempre cerco di proporvi ricette facili. Per qualcuno può essere uno sbattimento tagliuzzare la tartare se non si ha dimestichezza con trincianti & co. e col pulire il pesce, ma in commercio trovate la tartara già pronta o il trancetto di salmone per il sashimi, basta solo tagliarlo. E’ l’unica elaborazione richiesta per creare questo piatto.

Qualsiasi sia il taglio di salmone che andrete a scegliere, acquistatelo solo se è stato abbattuto: perché l’abbattitura è l’unico modo per mangiare pesce crudo senza correre rischi e pericoli per la salute nostra e dei nostri commensali.

Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri
Ingredienti per una porzione singola

100 gr di Salmone abbattuto
1 fetta di Lardo di Colonnata
1 Fico nero
Un cucchiaio di nocciole
3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di miele di castagne + 1 per addensare
1 spruzzata di vino bianco

La Marinatura per la Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

Lavorate il salmone: tagliatelo a dadini piccoli, con un lato che non deve superare i 4 millimetri. Non ci devono essere né pelle, né lische, né squame. Raccogliete il salmone in una ciotolina, dove avrete preparato una marinata mescolando l’olio, il miele di castagne ed il vino bianco. Lasciate riposare in frigo qualche ora.

Riprendete quindi in mano il salmone, scolatelo dalla marinata (che terrete da parte) e cominciate l’impiattamento, sistemando la tartare su un piatto da portata comprimendola in un coppapasta.

Impiattamento della Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

Nel frattempo tostate le nocciole nel forno e tritatele grossolanamente. Abbellite la superficie con fettine di fico e di lardo, aggiungendo una spolverata di nocciole sminuzzate.

Prendete la marinata e fatela addensare in un padellino, aggiungendo un altro cucchiaino di miele. Una volta giunta a giusta densità, accompagnate questa salsa al piatto, sopra la composizione o servendola a parte. Io ho evitato questo passaggio perché per la tartara era comunque saporita senza altre aggiunte.

In conclusione, la Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri è un piatto d’effetto, facilissimo e veloce. Ha il procedimento celere di una ricetta da tutti i giorni, ma una peculiarità di gusto ed una bellezza cromatica data da ingredienti non elaborati adatta alle grandi occasioni. E si può anche preparare in anticipo. Che volete di più? Che buon pro vi faccia!

Tartara di Salmone con Lardo di Colonnata e Fichi Neri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.