La Buca del Tasso a Capezzano Monte

La Buca del Tasso a Capezzano Monte

E’ iniziato luglio, tutti al mareeee! Più le persone arrivano a riempire le spiagge in massa, io tendo a risalire di tot metri sopra il livello del mare. Scappando dalla folla, dalla movida, dal caldo. Amo la tranquillità, il silenzio, il fresco. Anche durante i pasti. Per ora la domenica sera sono libera dal lavoro e dopo aver passato giornate a cucinare per gli altri mi dedico una cena fuori. Mi piazzo al laptop a leggere i menù su The Fork e mi lascio invogliare dalle proposte e dagli sconti. Una new entry del portale e è La Buca del Tasso a Capezzano Monte.

Informazioni su la Buca del Tasso a Capezzano Monte

Il menù fa molto “Versilia in Pentola” e la location sembra incontrare i miei gusti estivi, quindi dopo la prenotazione mi sono avviata subito per la bellissima via Capezzano, piccola strada panoramica tra gli uliveti che si inerpica sulle colline sopra Pietrasanta. Amo quella via, è fiabesca. La vista è mozzafiato e la strada piena di natura, profumi e colori. Non a caso a fare gli erbucci vado sempre lì. Cominciamo bene, perfetto!

Arrivati in paese tenete l’occhio all’erta sulla sinistra: l’entrata del ristorante si trova in una corte rientrante ed anche se l’insegna è sulla strada si può non notare. Non c’è parcheggio, dovrete lasciare il vostro mezzo per la stretta via o nel parcheggio nuovo presso l’ex CRO ed andate a piedi. Tanto le bellezze e la vista non mancano!

Sono scesa nella corte: peccato per il panorama! La vista che si estende da Pisa alla Liguria è nascosta dalle case, se ne scorge solo uno scorcio. Piacevole comunque la corte, dove sono stata accomodata: protetta da un muro con margherite e gelsomini, sopra le teste una pergola che presto sarà ricoperta da vite del Canadà. Colori delicati, come i profumi floreali che accompagnano la cena, come la brezza fresca che viene dal mare.

La Buca del Tasso a Capezzano Monte

Il Concept de la Buca del Tasso a Capezzano Monte

Posto volutamente rustico, ma di quel rustico studiato, alla moda, country ma con classe, che richiama il territorio. A cominciare dall’apparecchiatura. Carta gialla alla povera ma un elegante sottopiatto in pietra. A cominciare dal nome: la Buca del Tasso è un sito archeologico a Metato (colline di Camaiore) , grotta in cui sono stati rinvenuti resti umani ed animali e vari utensili del Paleolitico Medio. Di Camaiore pure la coppia di cortesi gestori, dove prima avevano un altro locale, La Brilla.

La Buca del Tasso a Capezzano Monte

La quintessenza della filosofia del La Buca del Tasso a Capezzano Monte  è però sulla carta. La rusticità, territorio, eleganza, tradizione del locale sono esaltati alla massima potenza nel menù. Già dalla lavagnetta posta all’ingresso si nota una lista di prodotti artigianali di alta qualità e da qui si comincia a notare dove la cucina della Buca del Tasso andrà a parare: eccellenze di presidi slow-food (come la Marocca di Casola) , ingredienti Km 0 della Garfagnana e non solo , attenzione al biologico ed alle ricette tipiche. Viene subito voglia di ordinare un bel tagliere di salumi e formaggi con un bel bicchiere di rosso.

La Buca del Tasso a Capezzano Monte

Il Menù de la Buca del Tasso a Capezzano Monte

Ma l’apoteosi si ha sfogliando il menù. Non solo eccellenze di zona, ma anche una rivisitazione all’avanguardia per svecchiare i piatti, riproporli con un twist nuovo e moderno ma senza intaccare la tradizione. Si trovano quindi ricette e preparazioni toscane e tipiche come il dolce forte, il matuffo, l’arrosto morto, i tordelli, la trippa, la pappa al pomodoro. Create con ingredienti en pendant: farro garfagnino, fagioli stringa, cinghiale, capriolo, baccalà, arselle, uva fragolina, scoppolato di Pedona… Ricette in cui il Km 0 è davvero tale, massimo massimo si sfocia nella vicina Lunigiana o nell’Appennino toscano. In foto alcuni esempi della loro offerta culinaria.

Questo connubio azzeccatissimo tra tradizione e modernità è espresso alla perfezione anche dall’impiattamento della chef, creativa sia ai fornelli che nella presentazione. Trasformando un piatto rustico in qualcosa di raffinato. E sappiamo benissimo quando l’occhio vuole la sua parte: si mangia prima con quelli!

La mia Cena a la Buca del Tasso a Capezzano Monte

Entrée e Antipasto:

Dopo aver preso il mio ordine, mentre stavo sorseggiando il mio freschissimo Bolgheri (la La Buca del Tasso a Capezzano Monte è inclusa nella Federazione Italiana Sommelier) il gestore ha offerto come entreé la loro pappa al pomodoro. Molto bilanciata si distingueva benissimo sia la farina del che il pomodoro. Ed i colorati germogli, oltre che enfatizzare la vivacità cromatica del piatto, donano sia una nota fresca, croccante che piccantina.

La Buca del Tasso a Capezzano Monte
Amouse Bouche: Pappa al Pomodoro della Casa
La Buca del Tasso a Capezzano Monte
Matuffino di Farina Formenton 8 File con Arselle in Umido

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A ruota si prosegue con un matuffo. Piatto tipicamente invernale, ma rivisto in versione estiva. Un matuffo “di mare“, una buonissima polentina d’eccellenza, fatta col Formenton della Garfagnana, condito con un saporito condimento di arselle al pomodoro. In porzione d’antipasto si mangia tranquillamente e di gusto nonostante la temperatura. E’ la portata che più ho apprezzato di tutta la cena.

Secondo e Contorno:

Per il secondo ho dovuto aspettare un po’, nonostante i clienti quella sera fossero  pochi. Ma diciamo che in una corte così piacevole, al freschetto, in compagnia di un bicchiere di vino, si aspetta anche più che volentieri. Secondo piatto indubbiamente buono: baccalà di qualità e cotto bene. Come i porri stufati. Anche la mandorla e le olive taggiasche ci stavano molto bene. Ho trovato molto creativo l’abbinamento con la crema di ceci neri. Il cecio si sposa divinamente col baccalà, ed una crema di colore nero crea un impatto cromatico interessante. Peccato che la crema fosse giusto una spennellata ed un po’ granulosa, avrei osato a metterne un poco di più. Per un secondo piatto ho trovato le quantità un po’ miserine. Resta comunque un piatto distinto, ma che migliorerei solo un pochino.

La Buca del Tasso a Capezzano Monte

Non avendo ordinato il primo avevo aggiunto un contorno con il secondo piatto, nonostante ci fossero già inclusi porri e ceci. Con il timore però che potessero essere di troppo. Visto le quantità è stata una scelta azzeccata e con quest’aggiunta il tutto è risultato più che saziante. Anche perché le verdure erano assai abbondanti. E soprattutto erano davvero ottime!

Dessert:

Non avrei avuto nemmeno spazio per il dolce, ma alcune proposte per il dessert erano davvero interessanti. Quindi ne ho ordinato uno più per golosità e curiosità. Ho scelto il tiramisù coi biscotti Fortini. Pare sia il cavallo di battaglia tra i dessert della carta. Io ammetto di non essere fan del tiramisù, ma adoro enormemente i Fortini ! Bellissima la presentazione in un bel vasetto di vetro con coperchio. La crema al mascarpone era buona, ma per mio gusto troppo liquidina. I fortini erano sbriciolati e pressati alla base del vasetto. Con la crema stavano bene. Avrei preferito una quantità maggiore di biscotti, ma non si può avere tutto!

Ci ritorno!

Bene, cena finita e la serata mi ha altamente soddisfatta. Bei piatti ed utilizzo della tradizione e del Km O in chiave moderna come piace a me. Proprio da questa idea di cucina nasce Versilia in Pentola, quindi mi sono sentita proprio nel mio. Costo 30€ incluso il 20% di sconto di The Fork . Direi ottimo prezzo per la qualità e la quantità di cibo ordinata. Pittoresco anche l’interno, sbirciato quando sono entrata nell’edificio per saldare il conte: tegami rustici appesi al soffitto e bellissima attrezzatura un po’ agée per l’affettamento dei salumi.

Un ultimo sguardo in giro, due chiacchiere col gestore, con la promessa di ritornare per assaggiare la ciccia  , prima di scendere a valle tra lucciole e luci della Versilia by night. Mi sono stati vivamente consigliati i tordelli di Greppolungo  per la prossima volta. Ed io seguirò la dritta più che volentieri!! Ed io vi consiglio di andare a provare la Buca del Tasso a Capezzano Monte….e che buon pro vi faccia!!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.