Intruglia Fritta: recupero da tradizione

Intruglia fritta

Fritta. Intruglia fritta. Perché buona l’intruglia appena fatta, buona anche ghiaccia, al forno, alla griglia, alla piastra…Ma come è bona fritta un ce n’è! Ed è così che la tradizione vuole che si recuperino gli avanzi di intruglia: friggendoli.

Dell’intruglia ne abbiamo parlato qui e poi anche qui.

Come ben sapete una volta raffreddata l’intruglia si rapprende e può essere così tagliata a fette. La consistenza giusta deve essere sì morbida, ma soda e tenace. Tagliandola non si deve sfaldare altrimenti non tiene la cottura. Anzi, farete proprio un macello, perché la polenta vi si scioglierà nell’olio con pezzi di cavolo nero e fagioli galleggianti e dovrete tirar via tutto, olio per friggere incluso. E scordarvi l’intruglia fritta.

La giusta sodezza, oltre dallo sfaldamento la riconoscerete anche dal centro troppo molle e dai fagioli: se si sono raccolti maggiormente sul fondo la consistenza non è quella adatta alla frittura. Quindi l’avanzo di intruglia va lavorato ancora per farlo addensare al punto giusto. Basta che lo rimettiate sul fuoco con poca acqua o brodo. Quando l’intruglia si scioglie versate altra farina di granoturco fino a che essa non diventa più densa e consistente già da calda.

Quindi raffreddare il tutto e procedere al taglio. Ricavando le fettine si deve sentire una leggera resistenza al coltello, come per tagliare un pezzo di burro. Ricordiamoci che è pur sempre una polentina e non una minestra. La densità comunque è soggettiva, non ci sono regole. Anche a me l’intruglia piace “lente”: quindi dopo averla servita la rimetto subito sul fuoco aggiungendo già altra farina gialla, così non la devo sfaldare una volta raffreddata.

Si taglia quindi a fettine e si frigge in abbondante olio di semi molto caldo. Spolverate di sale e pepe a vostra preferenza. L’intruglia fritta è buona sia calda che fredda, mangiata da sola, con un contorno o usata come crostino. Io l’ho tagliata a quadrotti e poi fritta. Per un semplice ma saporito finger food per l’aperitivo! Buon pro vi faccia!

Intruglia fritta

 

 

2 thoughts on “Intruglia Fritta: recupero da tradizione

  1. Io sono nato a pietrasanta e sono cresciuto con polenta ed intruglia.le vostra ricetta é buonissima complimenti.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.